Under 13: Per un soffio!

Ardor Bollate – Victor Rho: 66-65
(Fede S. pti 8; Francy S. 9; Ale B. 0; Elia 4; Francy C 0; Gianlu 15; Pietro 9; Francy Pala 1; Ricky MDP 6; Filippo 12; Ricky C 1)
Si potrebbe cominciare con: ho una notizia bella e una brutta; quale volete sentire per prima?!
Sì, perché oggi abbiamo purtroppo rivisto le cose brutt e di settimana scorsa durante la partita col San Carlo, ma per fortuna abbiamo anche rispolverato un po’ di quella grinta e volontà che ci hanno permesso di arrivare a questo campionato Gold.
Abbiamo concluso il match in crescendo, con un tiro all’ ultimo secondo, sotto di un punto, che sbatte  nopinatamente sul quel maledetto ferro. Abbiamo cominciato male, troppo male: pronti via e siamo sotto di 8 dopo
nemmeno 2 minuti di gioco. L’ effetto è tipo lo spigolo dell’ armadio preso al buio con il mignolino del piede. Se non altro questo inizio shock ci sveglia e poco alla volta riusciamo con un po’ di pazienza ad accorciare le distanze e chiudere il primo quarto sul 18 a 17 per i nostri avversari. Nulla è perduto, forse. Eh sì, perché nel secondo quarto giochiamo solo a tratti, sbagliamo tante cose facili, commettiamo un’ infinità di infrazioni di passi in partenza. A metà partita siamo dunque sotto 36 a 29. Il malumore serpeggia infingardo tra le fila dei tifosi della curva; TelevictorRho, che è giunta in forze qui a Bollate, spegne addirittura una delle due videocamere a bordo campo in nome dell’͟ energy saving. Il terzo quarto, al termine del quale siamo sotto di 10 (55-45), è un la fotocopia di quanto visto nel secondo. Tanti tiri da sotto sbagliati e pochi rimbalzi in attacco.L’ ultimo quarto sembra incanalarsi come i precedenti ed invece, nell’ arco dei 5 minuti finali la partita cambia volto (sport fantastico il basket!). Forse i nostri
avversari credono di aver già vinto e abbassano un po’ la guardia, noi rubiamo qualche pallone che riusciamo finalmente a buttare dentro quel dannato canestro. Il divario si assottiglia, ai nostri avversari cominciano a tremare gambe e mani, e, vai tu a capire come, ad una manciata di secondi dalla fine, siamo lì, ad un solo stramaledetto punto. Azioni concitate, tensione a mille: palla a noi a 5 dalla fine, Gianlu si invola a canestro, prova coraggiosamente il tiro della vittoria e la palla beffarda tocca il ferro ed esce, soffocando in gola l’ urlo dei tifosi. Peccato davvero. Ci voleva una vittoria così, avrebbe sicuramente dato una carica di energia a tutti.
Ma stiamo crescendo (ahimè non in altezza!) e forse (…sicuramente!) non la sarà la prossima partita, ma la prima vittoria è nell’aria.
Dai ragazzi! E’ ancora lunga!!!!
Forza Victor!

Leave a Reply