Under 13: Black-out!

Domenica 05/03/2016 – ore 15.00

Under 13 – campionato FIP “Gold”: Urania Milano – Victor Rho: 81-47 (19-10; 18-17; 20-8; 24-12)

(Fede S. pti 6; Francy S. 2; Ale B. 2; Elia 0; Francy C 0; Gianlu 14; Pietro “lupin” 8;Francy Pala 2; Ricky “MDP” 5; Filippo 8; Ricky C 0; Ale “apache” 0)

Eccoci di scena a Milano ospiti dei wildcats dell’Urania. Sappiamo bene che oggi sarà durissima ma sappiamo anche che chi non ha nulla da perdere siamo proprio noi.

Partiamo con Fili, Francy S, Elia, Pietro “lupin” e Ale B. Iniziamo in maniera grintosa ma imprecisa e andiamo subito sotto: un -7 che ci scuote e ci fa ritrovare la necessaria precisione per ristabilire subito l’equilibrio. Piazziamo un parziale di 8-0, trascinati dall’estro di Fili e Pietro “lupin” e da una difesa più attenta. L’equilibrio cambia ancora quando il mento di Fili trova lungo la sua strada la spalla del numero 71 avversario: l’urto è da constatazione amichevole; Fili esce con le labbra malconce e con le stelline che fanno il girotondo sulla sua testa, tipo gatto Silvestro. Anche Elia cede il passo per un mal di schiena che non gli permetterà più di rientrare in campo. Chiudiamo così il primo quarto sotto 19-10.

Il secondo quarto vede ancora grinta e volontà da parte dei nostri. Il parziale di 19-18 è fin bugiardo poiché gli ultimi 6 punti dei nostri avversari sono frutto di clamorosi svarioni negli ultimi secondi (palle perse, rimesse consegnate in mano agli avversari e rimbalzi evitati accuratamente!).

Lo svantaggio di 10 punti (37-27) a metà partita non ci spaventa: siamo convinti di poter battagliare fino alla fine se ci mettiamo testa e cuore. E invece no. Si materializza purtroppo il più classico dei “black out” ed i nostri spariscono pian piano dal campo. Il divario tra noi ed i nostri forti avversari si fa sempre più ampio. Non riusciamo più a fare una azione degna di tal nome e ci affidiamo solo a puntate individuali che spesso si chiudono con stoppate da brividi. Non riusciamo più a prendere un rimbalzo, dico UNO! Coach Michele cerca di scuotere la squadra, provando a far leva sulla “dignità”, sul fatto che in campo sia necessario, anzi obbligatorio, dare tutto. Invece sembriamo quasi spaesati, fuori posto tipo un vegano alla “sagra della porchetta”.

Da segnalare un canestro di Gianlu con tuffo mezzo carpiato avvitato in caduta: veramente da applausi. Così come da applausi i canestri di Croci Junior tra il primo e il secondo tempo: quella sì che è grinta!

Chiudiamo quindi il match sotto di brutto e ancora non abbiamo capito cosa si è spento a metà match. Abbiamo una settimana di allenamenti per andare a trovare il guasto, causa del black out.

Il prossimo match è con San Carlo. Altra occasione per provare a togliere quel pesantissimo “0” dalla nostra classifica.

Dai ragazzi! “E’ ancora lunga!!!!”

Forza Victor!

Leave a Reply