Leoniana, 6 da GOLD!

UNDER 16 – 6° giornata – VARESE 2

24 Novembre 2018: Leoniana – Basekettiamo Vittuone: 58-42

(Parziali: 18-8; 12-7; 11-15; 17-12)

 

LEONIANA, 6 DA GOLD!

Sesta vittoria consecutiva e accesso matematico al campionato “Gold”

Complimenti a questa Leoniana che infila la sesta vittoria consecutiva e accede con un turno di anticipo al campionato “Gold”! Finalmente il metallo più prezioso è arrivato: dopo anni trascorsi a setacciare il fondo limaccioso dei fiumi del Klondike in cerca di qualche pagliuzza del metallo giallo, ecco finalmente la pepita! I cercatori d’oro hanno una cosa in comune coi nostri ragazzi: la pazienza e la perseveranza. Sono due delle tante cose che quest’anno sono servite a raggiungere questo bel traguardo.

Senza la pazienza (e la volontà) non si imparano quegli schemi che poi si traducono in preziosi canestri, che poi sugli spalti si traducono in applausi da scorticarsi le mani, che poi si traducono in urla di gioia. Una cosa invece molto diversa dai cercatori d’oro è che questi ragazzi sono una squadra: non agiscono da soli come faceva Zio Paperone agli inizi della sua carriera da riccastro. Sono una squadra, lo sono diventati partita dopo partita, allenamento dopo allenamento, cazziatone dopo cazziatone. Anche le sconfitte rimendiate in questi anni sono servite a irrobustire le ossa di questo gruppo.

Ognuno, nessuno escluso, ha dato il proprio contributo: da chi ha giocato quasi 35 minuti a partita a chi il piede in campo l’ha messo solo per un paio di minuti. E’ servita la volontà di tutti affinché questo campionato “Gold” diventasse realtà. E’ servita la compattezza di uno spogliatoio per trovare la pepita

La partita con Vittuone, nonostante i 16 punti di scarto finali, non è stata così semplice. Vittuone mette in campo da subito una difesa a zona che richiede tanta fatica ai leoni di Rho per trovare la via del canestro. In difesa poi c’è da fare i conti con il numero 20 avversario, miglior realizzatore del campionato.

Attacco e difesa però hanno le idee chiare: contro la difesa a zona, la palla deve viaggiare a 200 km all’ora, una fitta rete di passaggi per trovare l’uomo più libero e poi andare al tiro. In difesa i nostri mastini applicano alla lettera le indicazioni contenute nel best seller “Il pane duro della difesa” (Autore A. Passarelli, Casa editrice “Trettiri”): il numero 20 spesso trova la strada sbarrata o deve faticare le fatidiche sette canotte da basket.

Vittuone però dà la sensazione di non crollare mai, lo spirito è sempre combattivo, nonostante il vantaggio Leoniana arrivi a +20; la sensazione che la partita non sia affatto finita si fa concreta al terzo quarto quando Vittuone, oltre allo spirito mai perso, ritrova anche punti e morale. La Leoniana sembra accusare il colpo, la via del canestro è ora più tortuosa, più limacciosa dei fondali dei fiumi del Klondike. Ma per trovare l’oro è proprio lì che devi mettere le mani, in quel fondale limaccioso: devi rimboccarti le maniche, impugnare il tuo setaccio e infilare le braccia nell’acqua ghiacciata. E poi avere pazienza; anche se le braccia ti fanno male, sai che potrebbe essere proprio la prossima manciata di terra quella che contiene l’oro che da tanto tempo stai cercando. E’ quindi con pazienza che i nostri rimettono le idee a posto e proprio quando sembrano sul punto di crollare, sfoderano della giocate che stavo saltando in piedi sul tavolo del referto per applaudire. Vittuone a questo punto alza bandiera bianca. Anche questa è vinta.

Ora che abbiamo ‘sta pepita in mano però non facciamoci prendere dall’agitazione. Ci aspetta un nuovo anno che sarà ricco di fatica, qualche legnata ma sicuramente tante soddisfazioni.

Un grosso imbocca al lupo ai nostri infortunati Luca e Pala “The Cap”. Vi vogliamo presto in campo! Forza ragazzi, Forza Victor, Forza Leoniana

 

Seguiteci su Instagram: @victorrhobasket2003 ,@victorrhobasket

 

Leave a Reply